Perché dovremmo consumare prodotti locali e regionali

All’ora di pranzo ci sono molti aspetti da considerare. Siamo continuamente abituati a sentirci dire cosa mangiare e perché. Le grandi multinazionali hanno il potere di influenzare le nostre decisioni. Non mettiamo in discussione gli interessi in gioco.

Diventare consapevoli del consumo di prodotti locali aiuta, tuttavia, a mantenere e sviluppare l’economia della nostra area geografica. Inoltre, aiuta a preservare l’ambiente e contribuisce a una moltitudine di fattori che vanno a beneficio di tutti noi. In tutto il testo bbuono.it, portale che scova gli artisti della tradizione e delle eccellenze enogastronomiche del bresciano e lago di Garda, ci spiegherà perché è opportuno per noi fare un uso più responsabile degli alimenti e l’importanza del consumo di prodotti locali e regionali.

Quando parliamo di consumo alimentare locale o di economia locale, ci riferiamo alla collaborazione tra diverse economie che si basano su prodotti della stessa geografia, località o regione. E vi chiederete perché questo tipo di consumo è benefico? È qualcosa di cui non si parla spesso. Le grandi industrie e il commercio dedicati alla globalizzazione sono poco interessati a conoscere i vantaggi del contributo del consumo di prodotti locali. Tuttavia, i vantaggi sono evidenti, e li dettaglieremo in modo che ne diventiate più consapevoli.

Non stiamo parlando solo di fattori importanti come l’economia, ma anche di fattori rilevanti come la salute, l’ambiente e le relazioni sociali. Si tratta di un consumo molto più sostenibile e responsabile. Il termine consumo locale si riferisce a un tipo di economia che si basa sulla comunità, in cui si acquistano servizi e si acquistano prodotti di produzione locale.

Motivi per consumare prodotti locali e regionali

Questo tipo di consumo, quello locale, è un’alternativa ai modelli di commercio che prevalgono attualmente. Nei modelli aziendali globali ci sono molti intermediari. Tra produttori e consumatori c’è un’enorme separazione. Un’intera catena di chi lavora il prodotto, chi lo trasporta e chi specula con il prodotto finale che arriva al consumatore. Questo ovviamente aumenta i costi del prodotto. In questo caso non sono i consumatori a scegliere la qualità del prodotto, ma i mediatori. Tuttavia, il consumo locale ha una serie di altri elementi che contribuiscono a relazioni e scambi commerciali sostenibili. Vediamo quali sono i motivi per scegliere il commercio locale e regionale.

Benefici ambientali

Il consumo di prodotti locali non solo aiuta l’economia locale, ma favorisce anche un modo di lavorare il prodotto e di distribuirlo. Ha un grande effetto sulla salute, sulla conservazione della diversità culturale e sull’ecosistema. Prendere questo tipo di decisioni e acquistare prodotti locali contribuisce al benessere di chi ci circonda, migliorando le economie locali e anche l’ambiente. Grazie a un grande risparmio di trasporti e intermediari.

Relazioni sociali e salute locale

A causa della crescita delle multinazionali, i consumi locali sono in calo. Ciò ha causato una maggiore alterazione dei prodotti, oltre che della loro qualità. Gli alimenti trasformati sono stati l’opzione più interessante per coprire un grande mercato alimentare e le esigenze di un mondo globalizzato. C’è stato un movimento per difendere la produzione e il consumo locale. Agricoltori e consumatori costruiscono relazioni basate sul commercio locale, dove anche produttore e consumatore si conoscono e traggono vantaggio l’uno dall’altro.

Ciò contribuisce indubbiamente alla qualità del prodotto finale. Dal momento che i produttori acquisiscono un impegno e una responsabilità nei confronti dei loro consumatori, che non può essere neanche lontanamente collegato a quello che esiste con le multinazionali. Il consumo di prodotti locali implementa un tipo di responsabilità grazie alla vicinanza, mentre in altri modelli commerciali questa responsabilità è notevolmente ridotta.

Sostenere i piccoli imprenditori

È anche una via d’uscita dal controllo e dal monopolio delle grandi aziende. Con l’acquisizione di prodotti locali contribuiamo a creare piccole imprese e posti di lavoro nella nostra area geografica. Ciò favorisce una maggiore varietà di aziende, prodotti e servizi.

Prezzi più equi

La domanda di prodotti e servizi locali si traduce in un prezzo più competitivo e in prodotti di migliore qualità. Poiché ci sono risparmi nei costi di trasporto e nella gestione da parte degli intermediari.

Consumo responsabile e sostenibile

Come abbiamo visto, per fare un consumo responsabile e sostenibile non c’è niente di meglio che ricorrere ai prodotti locali e regionali, poi a quelli nazionali e come ultima risorsa a quelli provenienti da Paesi con una cultura etnica. Prendendo coscienza dello sfruttamento dei loro lavoratori in alcuni paesi, eviteremo di acquistare prodotti dalla Cina e, in misura minore, dall’India, dalla Turchia e da altri dove le condizioni di lavoro assomigliano alla schiavitù.

Dobbiamo essere consapevoli del fatto che molti di questi alimenti non superano nemmeno i necessari controlli sanitari. Inoltre, gli alimenti di origine esotica possono essere infestati da pesticidi e possono essere stati in condizioni che non sono le più adatte al consumo umano.

Se volete sapere cosa mangiate e il controllo che esiste su certi alimenti, è meglio chiedere informazioni sull’origine dei prodotti. È necessario essere consapevoli di queste differenze, in quanto la qualità del prodotto sarà sempre stata influenzata. E soprattutto, con il cibo, è meglio non metterlo in gioco. Una dieta sana comporta anche un consumo responsabile e sostenibile dei prodotti che solitamente acquistiamo. Vi incoraggiamo a fare un consumo più consapevole, sostenendo le piccole aziende locali e sostenibili. Non solo eviterete rischi inutili e otterrete maggiore sicurezza e qualità in ciò che consumate, ma collaborerete anche con l’ambiente, i benefici e la ricchezza di ciò che vi circonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *